Archivi tag: agriturismo bergamo

AGRITURISMI BERGAMO

BergamoBergamo, conosciuta anche come la Città dei Mille, per via di quei 180 volontari che parteciparono alla Spedizione dei Mille di Giuseppe Garibaldi, è un vero e proprio capolavoro italiano dal fascino unico. E’ divisa in due zone distinte di pari interesse, anche se molto diverse fra loro, entrambe da visitare: la celeberrima Città Alta, arroccata sui colli, suggestiva e poetica, e la moderna Città Bassa che si sviluppa ai suoi piedi con scorci eleganti, negozi esclusivi e alla moda, ristoranti di lusso.

Bergamo, come poche altre città italiane, sa coniugare il gusto della vita agreste e di campagna a una rampante modernità, condendo il tutto con un’eleganza unica, che lascia stupiti. E’ anche una città di cultura: la sua Università, che è collocata nella magica cornice della città Alta, è infatti conosciuta e stimata a livello europeo.

Città Alta

Sospesa tra cielo e terra, come in un sogno, Bergamo Alta, è raggiungibile con un breve tratto di funicolare oppure in automobile (esclusi i fine settimana estivi e tutto l’anno la domenica pomeriggio); detta anche Città Alta o, in passato, la Città, in contrapposizione ai borghi, risale all’epoca medioevale: i suoi bastioni furono eretti nel XVI secolo, durante la dominazione veneziana, e la trasformarono in una fortezza inespugnabile. Il cuore della Città è la piazza Vecchia: lì è possibile fermarsi ad ammirare la fontana Contarini, il Palazzo della Ragione, la Torre civica (detta il Campanone), che tutti i giorni alle 22 in punto scocca 100 colpi. Il Duomo, la Cappella Colleoni, il Battistero e la basilica di Santa Maria Maggiore (con la tomba del musicista Gaetano Donizetti) rappresentano i luoghi di maggiore interesse, insieme al gettonatissimo Museo civico archeologico e al Museo “Enrico Caffi” di scienze naturali. Nella chiesa dedicata a San Michele al Pozzo Bianco, è possibile vedere gli affreschi di Lorenzo Lotto  realizzati nel 1525.

Città Bassa

Rappresenta la parte amministrativa della città di Bergamo e ospita il Comune, la Prefettura, l’Ufficio postale centrale e gli uffici delle autorità. L’arteria principale è viale Papa Giovanni XXIII che collega la stazione ferroviaria a Porta Nuova. Passeggiando per la città bassa vale la pena di fermarsi a visitare il teatro cittadino, intitolato a Donizetti, il monastero di San Benedetto, che è un monastero benedettino femminile di clausura, e la chiesa di Santo Spirito, che risale al XVI secolo e ospita la splendida Pala di Santo Spirito.

La bellezza di Bergamo non si limita solo alla città: il visitatore attento dovrebbe ritagliarsi il tempo per fare un tour delle valli, dove ancora oggi risiede la vera essenza bergamasca (Valle Imagna, Valle Brembana, Val Seriana, Val di Scalve e Val Calepio).

Bergamo è anche sinonimo di eccellenza casearia: la città vanta infatti un primato italiano nei formaggi a Denominazione d’Origine Protetta (DOP) che sono addirittura 9 diversi, 3 presidi Slow Food e numerosi altri formaggi.

Ci sono molti agriturismi interessanti nella bergamasca, scopri nel seguente articolo i migliori agriturismi vicino Milano in provincia di Bergamo.

ALTRI AGRITURISMI IN PROVINCIA DI BERGAMO

Zanica (BERGAMO) – AGRITURISMO CASCINA BUONA SPERANZA – Colture biologiche, in vista di Bergamo

Albino (BERGAMO) – AGRITURISMO IL FAGGIO – La capra in primo piano

Riva di Solto (BERGAMO) – AGRITURISMO SAN ROCCO – In collina con splendida vista sul lago d’Iseo

Valgoglio (BERGAMO) – AGRITURISMO CA’ DI RACC – Nel cuore della Valle Seriana

Fotografia: wikipedia

Lascia un commento

aprile 10, 2014 · 8:43 am

Nel bergamasco l’agriturismo batte la crisi

L’agriturismo in Bergamasca ha dimostrato una certa capacità di tenuta durante il tradizionale weekend pasquale, riuscendo a raggiungere anche quest’anno il tetto delle 8.000 presenze complessive stimate nei tre giorni di sabato, domenica e lunedì, obiettivo da considerarsi certamente positivo per le ormai quasi 130 aziende agrituristiche attive nella nostra provincia. Questa è la valutazione generale fatta dall’Ufficio Tecnico-economico di Confagricoltura Bergamo sull’andamento del turismo rurale orobico. “È sicuramente venuto in aiuto il clima, tutto sommato primaverile nonostante le previsioni inizialmente avverse – fa notare Vincenzo Oprandi, segretario provinciale di Agriturist -. Inoltre, i venti di crisi e la propensione a risparmiare con gite brevi e nelle vicinanze di casa hanno probabilmente privilegiato il comparto agrituristico e il contesto rurale rispetto ad altre mete di villeggiatura più costose. Occorre inoltre ricordare che diverse nostre aziende hanno optato per ulteriori ribassi nei prezzi e varato politiche promozionali, proprio per venire incontro alle esigenze delle famiglie”. “Staremo ora a vedere quale sarà l’andamento del comparto nelle prossime settimane – commenta il presidente provinciale di Agriturist, Cristiano Cumini -. Come tutti gli anni, da Pasqua in poi inizia un periodo di festeggiamenti e occasioni conviviali che normalmente dura fino ai primi di giugno, ma la sensazione degli operatori è che non si avranno più i significativi risultati degli anni passati, sia per quanto riguarda la ristorazione sia per il pernottamento”. Il dato che rimane positivo è comunque il tasso di crescita del numero delle strutture agrituristiche. Come in Bergamasca, così anche in tutta la Lombardia il fenomeno agrituristico non ha ancora fatto segnare battute d’arresto: con oltre 1.300 aziende lombarde attive, il settore presenta attualmente un ritmo di crescita di circa il 7% annuo, contro un ritmo complessivo di incremento delle strutture in Italia pari al 4%

Fonte: http://www.viniesapori.net

Lascia un commento

Archiviato in Agriturismo Lombardia